Logo AUDIS

Il rilancio di Palermo attraverso la riqualificazione di sette aree

Il rilancio di Palermo attraverso la riqualificazione di sette aree

La Regione Sicilia ha accolto il progetto per il rilancio della città di Palermo proposto da Confindustria. Si tratta di un masterplan del valore di circa 500 milioni di euro, da realizzare con investimenti privati, che riguarda sette aree pubbliche - abbandonate o sottoutilizzate - che potrebbero strategicamente ospitare infrastrutture utili all'economia e alla città e aree verdi.

"Questo è un progetto per le imprese, uno scenario possibile per la rinascita sociale, culturale ed economica di Palermo" - ha dichiarato il presidente di Confindustria Palermo Alessandro Albanese - "Il masterplan propone un nuovo approccio culturale per rendere più vivibile la città, realizzando una serie di opere non solo opportune, ma anche necessarie, che guardano al sociale e alla cultura, utilizzando l'industria del turismo ancora poco sfruttata". Le sette aree inserite nel piano, commissionato allo studio di architettura 5+1AA, sono: il nuovo stadio, che sorgerà al posto dell'ex velodromo; la Fiera del Mediterraneo, dove sorgerà un nuovo polo congressuale; il mercato ortofrutticolo, che diventerà una cittadella della scienza e della tecnica; il mercato ittico, dove saranno realizzati un acquario e un parco archeologico; la grande area verde adiacente piazzale Giotto/Lennon, che ospiterà un'area pubblica di spettacolo e musica; i capannoni della Zisa, che diventeranno nucleo della cultura e della cinematografia; ed infine l'area Politeama, che sarà trasformato in un triangolo pedonale immerso nella natura.

"Si tratta di un grande progetto frutto di un confronto tra Regione e Confindustria durato diversi mesi" - ha commentato il Presidente della Regione Raffaele Lombardo - "che cambierà Palermo completamente. Verranno riutilizzate e valorizzate le aree pubbliche abbandonate, puntando su natura, beni culturali, fruizione e sostenibilità economico-finanziaria".


(pubblicato il 20 dicembre 2011)

19/12/2011
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati