Logo AUDIS

Presentato il Rapporto

Presentato il Rapporto "Municipium 2012" realizzato dal Censis e dalla Rur, Rete Urbana delle Rappresentanze

È stato presentato a Roma lo scorso 13 dicembre il Rapporto "Municipium 2012". Tra gli aspetti presi in considerazione dallo studio di particolare interesse per la nostra Associazione quello riguardante la cura del patrimonio edilizio. Il 9% delle famiglie italiane che vivono in città ha effettuato un intervento in casa per la sostituzione degli infissi, sugli impianti di riscaldamento o raffrescamento, per la ristrutturazione degli spazi interni. Un altro 7% ha intenzione di effettuare questi interventi nel prossimo triennio. In quasi il 70% dei casi l'importo della spesa sostenuta è inferiore a 10.000 euro, ma il 23% di chi ha effettuato lavori in casa ha affrontato una spesa compresa tra 10.000 e 20.000 euro.

Cresce l'attenzione per le case ad elevato risparmio energetico. Tra i cittadini che dichiarano di avere intenzione di acquistare un'abitazione nel 2013, un terzo (il 32,7%) ricerca un alloggio ad elevate prestazioni energetiche (in classe A o B). Per un altro terzo dei potenziali futuri acquirenti (il 33,8%) la ricerca riguarda comunque un'abitazione di media efficienza. Nei centri urbani con una popolazione compresa tra 10.000 e 50.000 abitanti, dove i prezzi degli immobili sono meno condizionati dalla rendita urbana, il tema è centrale: in questo caso la percentuale di persone interessate a un'abitazione ad elevate prestazioni sale al 40%, contro il 25% delle grandi città.
Tangibili anche gli effetti della crisi sulle città. In città l'evidenza più forte della crisi è la chiusura di molti negozi. È l'opinione del 70,6% dei residenti. Ma più della metà (il 51%) segnala anche la diminuzione dei servizi locali (percentuale che al Sud aumenta al 61%).

In una fase di dura crisi come quella che stiamo attraversando, la prospettiva di cambiare aria sembra piuttosto allettante. Ben il 37,8% degli italiani che vivono in città è attratto dalla prospettiva di vivere in un'altra realtà urbana, anche all'estero. Nella fascia d'età 30-44 anni si registra la disponibilità a trasferirsi di ben il 55% dei cittadini e tra i giovani (18-29 anni) si arriva al 69%. Del resto oggi il trasferimento anche temporaneo all'estero non è più solo una prospettiva teorica, ma una realtà diffusa in molti ambiti. Il 12,7% dei cittadini ha un componente della famiglia che negli ultimi tre anni ha vissuto per più di due mesi all'estero.

Per approfondire tutti gli aspetti del Rapporto pubblichiamo in allegato la sintesi dei risultati e l'intervento del Segretario Generale RUR e Direttore Generale CENSIS Giuseppe Roma "Manifesto per una città vivente".

(pubblicato il 19 dicembre 2012)

Allegati (il download dei documenti è riservato agli utenti registrati)
Clicca qui per scaricare la sintesi dei risultati
670 Kb
Clicca qui per scaricare l'intervento di Giuseppe Roma
4,2 Mb

19/12/2012
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati