Logo AUDIS

La cessione del credito d'imposta come strumento per rilanciare il patrimonio immobiliare esistente

La cessione del credito d'imposta come strumento per rilanciare il patrimonio immobiliare esistente

Con la Legge di Bilancio 2018 e i relativi decreti attuativi dell’Agenzia delle Entrate risalenti al 18 aprile 2019 anche il privato con la singola unità immobiliare/villetta può accedere alla cessione del credito d’imposta. Gli incentivi prevedono infatti la maturazione in capo ai privati di un credito di imposta fino al 85% del valore dei lavori – in caso di compravendita di immobili con riduzione del rischio sismico pari a due classi - e  la possibilità di cedere alle imprese che effettuano i lavori tale credito di imposta a sua volta cedibile ad un secondo soggetto sempre collegato all’intervento. Questa estensione della norma, nata nel 2017 per il solo condominio, conferma ancora una volta l’indirizzo intrapreso dal Governo di favorire il settore della riqualificazione garantendo opportunità di lavoro nei territori e la ripartenza di tutto il settore edile.

Nel 2017 sono stati effettuati 28,106 miliardi di euro di investimenti legati alle detrazioni; nei soli primi 10 mesi del 2018 gli stessi investimenti sono saliti a 28,587 miliardi di euro. Numeri che confermano che la cessione del credito d’imposta, stabilizzata a livello normativo, rappresenta un vero e proprio volano per il mercato.

Tra i soggetti che si occupano della cessione del credito d'imposta, Harley&Dikkinson, parte di REbuilding Network e socio AUDIS, ha realizzato, anche per il privato, una piattaforma dedicata che permetterà l’accesso alla cessione del credito d’imposta per la riqualificazione di singole unità immobiliari.

Per maggiori informazioni:
www.wikibuildinghome.it


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati