Logo AUDIS

Modena|Al via la rigenerazione dell’ex Amcm 

Modena|Al via la rigenerazione dell’ex Amcm 

Via libera del Consiglio comunale di Modena al percorso di rigenerazione urbana dell’ex Amcm che partirà dalla realizzazione, nel Parco della creatività, degli interventi di interesse pubblico, come la palestra del liceo Sigonio e le piazze pedonali di fronte al Nuovo teatro delle Passioni e al Laboratorio aperto.

Nella seduta di giovedì 4 aprile, infatti, è stato approvato definitivamente il Programma di riqualificazione urbana (Pru) di iniziativa pubblica in variante al Piano operativo comunale (Poc) e al Regolamento urbanistico edilizio (Rue) che era stato adottato in dicembre. Ora quindi il Comune può procedere alla firma del contratto con il raggruppamento di imprese guidato dalla Cmb, selezionato con una procedura competitiva con negoziazione, per la progettazione e l’esecuzione dell’intervento di riqualificazione, recupero e rigenerazione urbana del comparto compreso tra le vie Buon Pastore, Sigonio e Peretti. Nell’area il Comune ha già realizzato autonomamente, grazie anche alle risorse europee, il recupero e la riqualificazione dell’edificio ex Aem, oggi Laboratorio aperto, e ha avviato il cantiere per il restauro e la riqualificazione dell’ex Enel destinato a ospitare il Nuovo teatro delle Passioni e la sede di Ert.

Rispetto all’adozione, i principali elementi di novità riguardano l’approfondimento sugli impianti tecnologici e i percorsi ciclabili, con indicazioni sulle scelte progettuali per garantire attraversamenti stradali sicuri e la riconnessione delle piazze ciclopedonali con le piste ciclabili esistenti.
Entro l’estate, inoltre, il Comune ha intenzione di avviare l’iter per la presentazione e approvazione del Piano di caratterizzazione dell’area, lo strumento per realizzare la bonifica dei suoli per la quale, ha ricordato l’assessora Vandelli, nonostante la responsabilità sia del Comune, i privati hanno assunto l’impegno economico fino a 500 mila euro. La rimozione delle dotazioni interrate dei due impianti di distribuzione carburanti dismessi e le eventuali altre contaminazioni, spiega la relazione rispetto ai pareri tecnici espressi sul tema, “verranno risolte nella fase di attuazione degli interventi edilizi, nel pieno rispetto della normativa vigente e previo accordo e collaborazione con Arpae”.

Investimento da 35 milioni
I primi cantieri in programma sono quelli delle piazze e della palestra del liceo Sigonio che, realizzata con la vegetazione sulle pareti esterne e aperta al pubblico negli orari non scolastici, sarà ultimata in concomitanza con la conclusione del restauro dell’edificio che ospita la scuola in via Saragozza, ma nel piano di fattibilità del comparto ex Amcm nei primi tre anni di attività, presumibilmente dal prossimo anno dopo la fase di progettazione esecutiva, è prevista anche la realizzazione della nuova area di accesso al cinema estivo (che rimane nella posizione attuale ma con l’ingresso da sud) e di alcuni spazi commerciali, tra le quali una medio-piccola struttura alimentare nell’edificio ex Filovia, con 900 metri quadri di superficie di vendita.  Sempre nei primi tre anni è prevista la realizzazione di una palazzina residenziale su via Buon Pastore, con al massimo 18 alloggi, e il recupero a l’adeguamento sismico di una palazzina su via Sigonio per funzioni terziarie o residenziali (massimo quattro alloggi) a scelta dell’operatore.

Le palazzine residenziali su via Peretti, con al massimo 38 alloggi in totale, fanno parte del secondo stralcio dell’intervento (dal quarto anno) per il quale, complessivamente, il soggetto attuatore prevede un investimento valutato in 35 milioni di euro ai quali si aggiungono opere pubbliche per oltre nove milioni per realizzare aree ciclopedonali, senza più barriere o recinzioni, spazi verdi, una migliore qualità del suolo e garantire la sicurezza grazie anche a una nuova illuminazione e alla videosorveglianza.
Oltre ai parcheggi pertinenziali delle residenze (128) è prevista la realizzazione di 358 posti auto di utilizzo pubblico: 234 parcheggi pubblici, anche seminterrati, ai quali si aggiungono 76 posti auto del supermercato e 48 delle altre attività commerciali.
Il progetto prevede anche la riqualificazione di via Peretti, con riorganizzazione della sosta, mentre l’organizzazione delle attività di carico e scarico delle merci sarà su via Sigonio.

Comunicato stampa Comune di Modena


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati