Logo AUDIS

Un saluto a Fabrizio Olivetti

Un saluto a Fabrizio Olivetti

Nei suoi ormai lunghi anni di attività AUDIS ha incontrato e frequentato tanti amici.

Persone che hanno accompagnato questa piccola, ma solida, associazione nella scoperta, cura e divulgazione dei temi della città e della sua rigenerazione.

Tra questi amici un posto particolare è stato occupato da Fabrizio Olivetti, grafico veneziano di vecchia scuola, colto e ruvido.

La nostra collaborazione è iniziata nel 1999 quando la presidenza e la segreteria di AUDIS erano appena passate da Torino a Venezia ed eravamo alla ricerca di un grafico che ci aiutasse a consolidare l’immagine dell’Associazione. Roberto D’Agostino, allora Assessore all’Urbanistica di Venezia e in questa veste anche neo Presidente AUDIS, mi consigliò di chiamare Fabrizio che dall’ufficio grafico del Comune di Venezia aveva firmato molte brillanti campagne di comunicazione. 

Protagonista di una bella storia della pubblica amministrazione italiana, Fabrizio ha saputo interpretare ad alti livelli il ruolo di un dipendente pubblico a servizio della comunità. Senza mai assumere la mentalità dell’impiegato, Fabrizio ti accoglieva nel suo studio arrampicato all’ultimo piano di calle Corner con la serietà e il rigore di un professionista a tutto tondo, totalmente indisponibile a prendere sotto gamba il linguaggio della grafica e della comunicazione. Sensibilissimo al rispetto dei ruoli non vedeva tanto di buon occhio i consigli improvvisati e non mancava di fartelo capire. Il suo lato burbero è diventato leggendario, ma la sua capacità di trovare la soluzione giusta, di inventare una grafica elegante e di rispondere alle esigenze della comunicazione hanno sempre ripagato tutti.

Ma il bello di Fabrizio non si limitava alla bravura professionale. Se sapevi andare oltre la cortina di fumo della sua difesa trovavi un uomo ironico, libero e colto, attento alla vita e all’evoluzione del mondo. Un amico, appunto, da cui abbiamo imparato molto e con cui si poteva parlare e scherzare di tutto, anche del suo buon carattere.

Per AUDIS Fabrizio ha firmato tanti progetti (brochure, inviti, manifesti, libri, pubblicazioni), anche dopo il suo ritiro in pensione, fino ai ritocchi del nuovo sito di AUDIS. Ultimi consigli preziosi “rubati” a un amico che non ha mai smesso di pensare da grafico, attraverso i suoi appunti e i suoi disegni e non ha mai smesso di amare la vita, facendo finta di essere un vecchio orso.

Ciao Fabrizio

Marina Dragotto

- Una raccolta di immagini scelta da noi per ricordare Fabrizio e il suo lavoro

 

Per conoscere meglio Fabrizio Olivetti

- Il libro "Venezia, strana città" curato da Fabrizio
- Il libro "Fuori del comune. Grafica di pubblica utilità. Il caso di Venezia" che parla di Fabrizio e del lavoro dell’ufficio grafica del Comune di Venezia
- La mostra "Sui muri di Venezia - On the walls of Venice" che ripercorre il lavoro di Fabrizio attraverso i manifesti creati per il Comune di Venezia negli ultimi trent’anni


12/01/2019 audis
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati