Logo AUDIS

Roma. Taglio del nastro per “Ragusa Off”

Roma. Taglio del nastro per “Ragusa Off”

Ha aperto al pubblico lo scorso 15 dicembre, con il taglio del nastro da parte della sindaca Virginia Raggi, “Ragusa off”, l’ex rimessa Tuscolana di Piazza Ragusa protagonista, assieme al deposito di Piazza Bainsizza (divenuto PratiBus District), dell’operazione di rigenerazione urbana temporanea degli ex depositi Atac, ideata e realizzata dalla società romana Ninetynine Urban Value.                                       

Lo spazio, abbandonato da oltre 20 anni, presenta circa 11.000 mq distribuiti su due piani: coi suoi 6.000 mq in un unico ambiente alto 9 metri è ad oggi il più esteso spazio per eventi disponibile a Roma.

Simone Mazzarelli, Founder e Ceo di Ninetynine Urban Value che ha firmato l’operazione di rigenerazione temporanea dei tre ex depositi Atac (Piazzale Bainsizzaà ora PratiBus District, Piazza Ragusa à ora Ragusa Off e l’ex rimessa San Paolo in via Alessandro Severoà prossimamente San Paolo Garage)  spiega l’intervento: “Applichiamo il nostro, ormai collaudato, modello di rigenerazione URBAN VALUE come già fatto a Roma con il Guido Reni District e Palazzo degli Esami che si basa sull’alternare più usi temporanei quali mostre, fiere, mercatini, riprese cinematografiche, eventi aziendali, e molto altro organizzati in modo da contribuire al successo gli uni degli altri e sui quali viene frammentato il costo della rigenerazione stessa dell’immobile. Questo ci permette di rendere il progetto inclusivo ovvero un progetto che permette a tanti diversi soggetti di fruire dello spazio per le proprie iniziative. Un modello efficace solo quando si riattiva anche il tessuto sociale del luogo che percepisce di nuovo l’immobile come uno spazio aperto a disposizione e da vivere”.

Ninetynine Urban Value si è fatta carico di tutti i costi di ristrutturazione, rigenerazione, manutenzione, impiantistica, gestione, guardiania, utenze, personale, smaltimento rifiuti, messa in sicurezza e promozione per un investimento complessivo di circa 1.300.000 euro. Ninetynine Urban Value si fa inoltre carico di pagare una locazione ad Atac pari a 60.000€ per i primi 8 mesi oltre a ulteriori 100.000€ per gli eventuali secondi 8 mesi. Oltre a questo Ninetynine Urban Value versa ad Atac il 25% di tutti i ricavi derivanti dalle attività che si svolgeranno all’interno degli ex depositi, siano esse attività relative a eventi privati o commerciali.

 Il grande filo conduttore dei tre ex depositi sarà l’arte grazie al progetto “Quarter” ideato e sviluppato dalla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea in collaborazione con Ninetynine Urban Value. Il progetto ambizioso ha l’obiettivo estendere la Galleria oltre le proprie mura, portando l’arte fuori dai propri ambienti abituali, all’interno degli ex depositi.


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati