Logo AUDIS

Brescia. Nato il Centro di Ricerca dell’Università “Risanamento ambientale e recupero di aree degradate e siti contaminati”

Brescia. Nato il Centro di Ricerca dell’Università “Risanamento ambientale e recupero di aree degradate e siti contaminati”

È stato presentato lo scorso fine dicembre il nuovo Centro di Ricerca “Risanamento ambientale e recupero aree degradate e siti contaminati”, istituito lo scorso novembre presso il DICATAM-Dipartimento di Ingegneria Civile, Architettura, Territorio, Ambiente e di Matematica dell’Università degli Studi di Brescia.

Il Centro di Ricerca nasce su iniziativa del Gruppo di Lavoro dell’Università “Bonifiche di siti contaminati” che, dal 2014, grazie al coinvolgimento di esperti in campo giuridico-amministrativo, economico-finanziario e tecnico-operativo, elabora e propone soluzioni per affrontare concretamente i problemi che limitano la diffusione degli interventi di bonifica in Italia.

Il tema della messa in sicurezza e del risanamento delle aree contaminate è quanto mai attuale: solo in Lombardia sono 914 i siti contaminati – 76 in provincia di Brescia - dove sono in corso attività di bonifica per il risanamento ambientale, circa 900 i siti potenzialmente contaminati e 2252 i siti bonificati.

L’attività del nuovo Centro di Ricerca riguarderà il recupero delle aree dismesse per degrado o inquinamento ambientale, ai fini del loro riutilizzo a scopi produttivi o residenziali. A questo scopo si occuperà di raccogliere dati in materia di risanamento ambientale, di studiare i problemi che limitano l’attività di bonifica e di elaborare metodologie di intervento, svolgendo, allo stesso tempo, attività di consulenza tecnica per soggetti pubblici e privati, nonché attività formative e di divulgazione.


25/02/2020 aree dismesse brescia
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati