Logo AUDIS

Com’è bella la città. Editoriale del Presidente

Ho ricevuto da ANCE l’invito per discutere di rigenerazione urbana in un importante evento che si è tenuto un paio di settimane fa a Parma. 

C’è stata una fase in cui con ANCE si era instaurata una consuetudine di rapporti e scambi molto feconda e gratificante. Aperta al contributo del sistema dei comuni - che io rappresentavo – del sistema delle professioni (in particolare CNAPPC) e del mondo ambientalista.


25/05/2022 Leggi tutto

Le città, tra innovazione e umanità

Le città – un pò come le grandi barriere coralline - sono la rappresentazione fisica del nostro interesse per la vita in comune. Le città, soprattutto in Italia, si sono costituite aggregando spazi per vivere in prossimità dei nostri simili, per essere più sicuri, avere maggiori opportunità e godere di maggiore qualità di vita.


24/05/2022 Leggi tutto

Who RU? Quale profilo per quale rigenerazione. Analisi dei risultati dell’indagine “Who RU? Rigeneratore Urbano Cercasi”

Siamo felici e orgogliosi di presentarvi i risultati del progetto di ricerca sperimentale realizzata dal gruppo classe della V edizione del Master.

L’indagine nasce per comprendere la figura emergente di RU (l’acronimo di Rigeneratrice/tore Urbana/o), capace di immaginare e co-disegnare città del futuro eque, inclusive, abilitanti, sostenibili e resilienti attraverso il coinvolgimento attivo della cittadinanza. 


24/05/2022 Leggi tutto

AUDIS tra passato, presente e futuro

L'editoriale di Tommaso Dal Bosco, Presidente AUDIS


Consiglio Direttivo di AUDIS. Dove eravamo e dove stiamo andando.

Lo scorso 12 aprile si è svolto il Consiglio Direttivo di AUDIS: un appuntamento particolarmente importante perché ha dato concretezza alle riflessioni che hanno profondamente marcato il lavoro dell’associazione negli ultimi mesi.

 

 


Rigenerazione urbana, si ma come?

Qual è l’impegno di Audis per la rigenerazione urbana?

Questo è stato il leit motiv degli ultimi mesi di riflessione interna, ma anche esterna dell’Associazione. Abbiamo cercato di cogliere il positivo dei cambiamenti che si sono susseguiti, anche in questo caso, internamente ed esternamente, e abbiamo provato a trasformarle in possibilità. 

 


L'Editoriale del Presidente

La rigenerazione urbana non ha bisogno di inutili definizioni. Ha bisogno di essere fatta e, al massimo, a posteriori valutata nei suoi effetti.
Ecco, quello in cui io mi sono impegnato molto nell’ultimi due anni è proprio per inventare, studiare,
sperimentare nuovi modi per approcciarla al fine di favorire quelle trasformazioni radicali di cui molte delle
nostre città, che hanno perso la loro “forma” dal secondo dopoguerra in avanti, hanno un bisogno esiziale.


“Mobilità e Rigenerazione Urbana ai tempi del PNRR”

Sono maturi i tempi per l' ingresso in società della rigenerazione urbana: come rendere però credibili i grandi progetti urbani? Che protocolli innovativi possiamo proporre? Quali sistemi di gestione e finanziamento?Partendo dalle riflessioni del nostro socio  Roberto Nastri vi proponiamo alcuni spunti per poterne  capire l’urgenza di definire strategie attuabili e credibili.
 


A pranzo con Audis

Quale natura e quale ruolo per la rigenerazione urbana oggi? A partire da questa riflessione, il nostro neo-Direttore Gian Carlo Magnoli desidera indagare nuovi significati, nuovi concetti di “rigenerazione urbana”, attraverso la conoscenza e la condivisione degli approcci e dei processi che i soci Audis mettono in campo nella propria pratica.

Per stimolare il dibattito nasce quindi A pranzo con Audis, una serie di incontri informali che si terranno il martedì di ogni settimana presso la sede dei soci oppure online. '


Il Super Bonus. Tra mito e realtà 


Nel 2019 AUDIS iniziava un percorso di ricerca finalizzato a valutare la possibilità di una applicazione su larga scala (quartiere, comparto urbano, borgo) degli incentivi per la riqualificazione energetica e sismica dei patrimoni immobiliari pubblici e privati.La scommessa era quella di impegnare le grandi capacità finanziarie e industriali delle utilities energetiche e le potenzialità aggregative delle amministrazioni comunali per ampliare la scala degli interventi, riducendo così i costi unitari di transazione e riversando nella riqualificazione nello spazio pubblico i margini ottenibili.


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati