Logo AUDIS

Audis protagonista a Urbanpromo nel panel

Audis protagonista a Urbanpromo nel panel "Trasporti, servizi e mobilità”

di ROBERTO NASTRI - Architetto e socio AUDIS

Lo scorso 14 ottobre Audis è stata presente a Urbanpromo, a Torino, nel panel "Trasporti, servizi e mobilità” con Giovanni Felici (CNR), Bernardino Chiaia (Infra.to), Giuseppe Savoia (FS sistemi urbani), Valentina Berbotto e Alberto Eichholzer (Compagnia di San Paolo), Enrico Pochettino (IREN).

Scopo del panel, alla cui realizzazione ha ottimamente contribuito Roberto Malvezzi, era presentare i punti di vista della ricerca, della finanza e delle grandi aziende sulle trasformazioni future della mobilità.

Il CNR ha presentato i suoi modelli di urban intelligence, Infra.To ( la società pubblica proprietaria della nuovissima metropolitana automatica) una inusuale visione centripeta – dal centro alla periferia, anziché il contrario – della rete metropolitana, FS Sistemi Urbani la volontà di mettere in gioco alcuni milioni di mq di aree dismesse per disegnare le città future, la Compagnia di San Paolo le sue politiche di supporto a start-up nazionali ed internazionali del settore della mobilità, IREN una partnership con Infra.To per lo sfruttamento della geotermia a bassa entalpia, grazie agli scavi della nuova linea metropolitana torinese. 

Si trattava di argomenti molto diversi tra loro che, tuttavia, hanno trovato un punto d’incontro proprio nel progetto “OICR ed investimenti urbani” di AUDIS (documento esplicativo scaricabile a questo link), con Università di Parma e Città metropolitana di Milano.  

L’urban intelligence è, infatti, un campo disciplinare “abilitante” per qualunque OICR ESG, che, al contrario degli investimenti pubblici diretti, debba dimostrare, tramite indicatori oggettivamente verificabili, incontrovertibili ed affidabili quali e quanti benefici di carattere sociale ed ambientale apporta alla collettività nei decenni in cui rimane in vita; la visione centripeta della rete metropolitana è quella stessa della città policentrica, orizzontale ed isomorfa che il nostro studio ipotizza per Milano e per le altre 14 città metropolitane;  il supporto alle start–up e, più in generale, alla filiera industriale della mobilità rientra nel nostro modello “olistico” che consiste nella realizzazione d’infrastrutture contestuale allo sviluppo delle aziende che dovranno costruirle e gestirle ed, infine, il tema dell’estrazione di energia dal sottosuolo è implicito nella nostra idea di “ambito di sostenibilità”, ovvero di quel sistema complesso ipotizzato attorno ai luoghi urbani della mobilità, nel quale l’energia deve essere prodotta e consumata quanto più possibile al suo interno.  

I riscontri positivi ai nostri argomenti – del CNR e di FS Sistemi urbani, soprattutto – confortano le peculiarità del nostro approccio, che vede nei “capitali pazienti” uno strumento per una governance territoriale di tipo nuovo, in grado di orientare le trasformazioni del territorio  nella direzione voluta dalle assemblee rappresentative , ma anche d’integrare gli SDG delle Nazioni Unite nel processo attuativo, per effetto del patto tra investitori ed Sgr sottoscritto al momento dell’acquisto di quote; un patto che vincola il gestore – la Sgr sorvegliata, in questo, da Consob -  ad indirizzare gli investimenti verso gli SDG. 

L’incontro di Torino è anche uno spunto concreto per dar seguito, come AUDIS, ad un confronto interdisciplinare irrituale – estraneo, in parte, al dibattito dell’urbanistica  e sull’urbanistica – che miri a far dialogare tra loro “mondi” ancora ignoti l’uno all’altro, i quali iniziano solo adesso a vedere dei punti di contatto tra loro, ma non riescono ancora a finalizzarli verso azioni comuni, a sfruttare gli uni la visione e le competenze degli altri per superare l’ostacolo dei pregiudizi che ci tengono ancorati ad una realtà solo apparente, fatta di confini amministrativi che non corrispondono alle città, di stanziamenti pubblici che non soddisfano i bisogni, di processi attuativi che non corrispondono ai tempi ed ai modi del fluire reale degli eventi.


24/10/2022
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati