Logo AUDIS

La partecipazione del CNR-DIITET ad Urban Promo Digital 2021

La partecipazione del CNR-DIITET ad Urban Promo Digital 2021

Nell’ambito della rassegna Urban Promo Digital, lo scorso 18 novembre si è svolto al Meet di Milano e in modalità ibrida (online + in presenza), l’evento co-organizzato da INU, CNR-DIITET e IUAV: “Tecnologie Digitali come Fattori Abilitanti per la Governance Urbana”.

L’evento era finalizzato ad esplorare il ruolo emergente delle tecnologie digitali come strumenti per supportare le amministrazioni locali nel migliorare i propri processi di policy e decision making, accrescendo la qualità della governance urbana in temi nevralgici quali la sostenibilità, la resilienza e l’inclusione sociale, e rafforzando le opportunità per una collaborazione multi-livello, multi-settore e multi-attore. A tal fine, l’evento ha offerto un’ampia panoramica delle sperimentazioni in atto a livello
nazionale, evidenziando una grande varietà di approcci e soluzioni possibili, dalle più semplici e accessibili alle città di minori dimensioni, sino alle più complesse e innovative, come i Gemelli Digitali basati su modelli predittivi, oggi presenti solo nelle agende di realtà urbane più strutturate.

L’evento si è svolto in due sessioni distinte. La sessione del mattino è stata dedicata alle sperimentazioni in corso alla scala territoriale, con le presentazioni delle “Smart Control Room” di Messina e Firenze e dei nuovi “SIT Intelligenti” delle Città Metropolitane di Venezia e Milano, finalizzati al monitoraggio e alla gestione integrata di determinati fenomeni sulla base di flussi di dati provenienti da una pluralità di sistemi e infrastrutture smart.

In conclusione è stato presentato anche l’Atlante Digitale dei Luoghi della Comunità Riviera Friulana, uno strumento concepito per stimolare lo sviluppo La sessione del pomeriggio si è invece concentrata sulla scala urbana, con la presentazione del progetto strategico “Urban Intelligence” del CNR-DIITET e delle relative sperimentazioni in corso a La Spezia, Matera e Catania; si tratta di un nuovo paradigma, inteso come orizzonte evolutivo del paradigma smart, e basato sullo sviluppo di Gemelli Digitali Urbani nei quali l’innovazione tecnologica (big data, edge computing, machine learning, intelligenza artificiale, ecc.) viene calata nei processi di pianificazione urbanistica e di partecipazione della comunità locale, con l’obiettivo di definire un modello di governance urbana maggiormente integrato, inclusivo, consapevole, trasparente ed efficace.

Ha fatto quindi seguito la presentazione degli “Urban Digital Center” di Rovigo e Modena, finalizzati a diffondere la cultura digitale e a stimolare la partecipazione dei cittadini in un’ottica di dialogo attivo con le amministrazioni locali. La sessione è stata infine chiusa dalla presentazione del progetto DARE di Ravenna, finanziato dal programma UIA e finalizzato a stimolare la rigenerazione della Darsena di città, e del modello di “Digital Social Housing” sviluppato dalla cooperativa di abitanti
Umbria Casa.

Grazie alla partecipazione di relatori e discussant quali Michele Talia (Presidente di INU), Giorgio Martini (Agenzia per la Coesione), Piero Pellizzaro (Chief Resilience Officer del Comune di Milano), Emilio Fortunato Campana (Direttore del CNR-DIITET) e Domenico Cecchini (Università “La Sapienza” di Roma), l’evento è stato anche l’occasione per riflettere su possibili strategie di diffusione di queste tecnologie digitali alla scala nazionale, rimarcando il loro ruolo essenziale quali fattori abilitanti per un’innovazione concreta delle pratiche e dei processi legati alla governance urbana, ed esplorando approcci di replicazione ispirati a criteri di modularità, scalabilità e interoperabilità, tali da consentire lo sviluppo incrementale, sostenibile e adattivo di strumenti via via più complessi e integrati, anche partendo da sperimentazioni inizialmente più semplici.

La pagina dell’evento

Roberto Malvezzi
CNR-DIITET


20/12/2021 CNR Urbanpromo
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati