Logo AUDIS

Livigno Social City: la proposta di KCity che coniuga infrastrutture sociali e turismo rigenerativo

Livigno Social City: la proposta di KCity che coniuga infrastrutture sociali e turismo rigenerativo

Avvalendosi del supporto di KCity – socio AUDIS – il Comune di Livigno si è dotato di una propria strategia comunale di ripresa e resilienza che scommette sulla rigenerazione del patrimonio 

ll Comune di Livigno ha vissuto una profonda trasformazione che, nel volgere di pochi decenni, ha mutato radicalmente il suo impianto economico con importanti conseguenze sociali e culturali. Le politiche pubbliche, che negli anni hanno avuto un importante ruolo per sostenere questo processo di sviluppo con interventi di infrastrutturazione materiale del territorio (apertura delle vie di comunicazione e impianti per la fruizione turistica), oggi sono chiamate a controbilanciare la situazione occupandosi di orientare risorse e investimenti nel miglioramento delle “infrastrutture sociali” a supporto della vita della comunità locale. La strategia “Livigno Social City” redatta da KCity e recentemente adottata dall’Amministrazione prefigura logiche e modelli di sviluppo innovativi e integrati con cui dar soddisfazione a nuovi bisogni sociali che si traducono in un sistema di proposte e progetti di rifunzionalizzazione di alcuni spazi facenti parte del patrimonio immobiliare di proprietà pubblica. Obiettivo della strategia non è la creazione di una città parallela e alternativa rispetto alla Livigno turistica, ma piuttosto la promozione di occasioni per coltivare un diverso modello di sviluppo, fondato sulla ricerca e l’esplorazione delle possibili sinergie tra i sistemi di offerta rivolti rispettivamente ai turisti e alla comunità. 

La visione aggregata di tutte le proposte contenute nella strategia configura il Masterplan della futura Livigno Social City, curato da KCity, la cui attuazione non può che immaginarsi come obiettivo di lungo periodo, da perseguire attraverso un percorso incrementale, fatto di step successivi e sperimentazioni da cui apprendere. L’appuntamento delle Olimpiadi invernali del 2026 rappresenta una prima occasione privilegiata per “innescare” il processo attuativo dell’intera strategia LSC, organizzando una nuova offerta integrata di servizi per turisti e abitanti capace dal contempo di migliorare l’attrattività turistica e incrementare il benessere della comunità. Queste iniziative potranno offrire prime importanti occasioni di promozione di un modello di sviluppo in base al quale innovazione sociale e innovazione della proposta turistica territoriale (nell’ottica della sua maggiore qualificazione, diversificazione e responsabilizzazione) possono diventare parti del medesimo processo di ripresa e resilienza. 


 


28/06/2022
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati