Logo AUDIS

Modena. Riqualificazione e recupero funzionale delle aree del Comparto Ex Consorzio Agrario - Esselunga a Modena

Modena. Riqualificazione e recupero funzionale delle aree del Comparto Ex Consorzio Agrario - Esselunga a Modena

È stata approvata la variante agli strumenti urbanistici PSC (Piano Strutturale Comunale), POC (Piano Operativo Comunale) e RUE (Regolamento Urbanistico Edilizio) del Comune di Modena per la riqualificazione e recupero funzionale delle aree del Comparto Ex Consorzio Agrario - Esselunga a Modena (Zona Elementare 891, aree 03, 08 e 12, site in Via Fanti - Via Canaletto). Il progetto del Piano Urbanistico Attuativo è di Ingegneri Riuniti, socio AUDIS.

Il comparto copre una superficie di circa mq 54.300 e risulta attualmente inedificato e paludoso; l’area è stata nel tempo interessata da progetti mai realizzati e non ha dato vita, finora, ad una condizione di “urbanità” e ad interconnessioni a cui affidare il ruolo di centralità urbana adeguato alla sua ubicazione nell’assetto della città di Modena.

Si prevede di realizzare il punto vendita di Esselunga, edifici a destinazione residenziale e commerciale, un parcheggio multipiano ma soprattutto un'ampia zona verde destinata a parco pubblico di connessione tra la Porta Nord della stazione ferroviaria della città e l'area Ex Mercato Bestiame.

Uno tra gli obiettivi principali del progetto è rappresentato dalla realizzazione di un quartiere che aspira ad un’alta qualità urbana: la concentrazione delle aree edificabili in parti ben definite del comparto permette di lasciare a disposizione gli spazi restanti per Servizi di Interesse Collettivo, mentre strade e parcheggi sono stati impostati principalmente sul perimetro dell’area e intorno al fabbricato destinato a medio grande superficie di vendita alimentare. Questa impostazione è sostenuta anche dalla caratterizzazione delle volumetrie articolate principalmente su via Canaletto e a contorno dell’ampio spazio pubblico, ricostituendo un fronte urbano e assicurando un controllo a vantaggio della sicurezza.

Grande attenzione è posta anche alla mobilità sostenibile: la viabilità interna al comparto sarà esclusivamente ciclo pedonale, mentre un articolato sistema di parcheggi interrati e la realizzazione di un parcheggio multipiano da 500 posti auto permetteranno di mantenere la maggior parte dell’area libera dal traffico.

Per saperne di più

Il progetto del Piano Urbanistico Attuativo

 


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati