Logo AUDIS

Varese. Avviso pubblico per rigenerazione dell’Ex Macello sul modello Reinventing Cities

Varese. Avviso pubblico per rigenerazione dell’Ex Macello sul modello Reinventing Cities

Dopo Milano e Roma, anche Varese prova a “reinventare” la città pubblica coinvolgendo i privati. Con il supporto di KCity, socio AUDIS, il capoluogo lombardo ha messo a punto una call sul modello parigino Reinventing Cities per rigenerare l'area dell'ex macello comunale.

Si tratta nello specifico di una strategia che scommette sulla valorizzazione del patrimonio pubblico tramite nuovi modelli di collaborazione con il privato capaci di favorire la risposta ai bisogni dei cittadini e al contempo garantendo condizioni di fattibilità e sostenibilità degli interventi di riqualificazione. Il patrimonio immobiliare pubblico viene messo a disposizione (alienato o concesso in uso) premiando non la migliore offerta economica (secondo una pura logica di mercato) ma il progetto più capace di generare benefici per il quartiere e la città.

Le proposte dovranno riguardare funzioni urbane e modelli di gestione del compendio dell’Ex Macello Civico che contribuiscano alla rigenerazione di Belforte, storico quartiere popolare limitrofo alla zona delle stazioni (su cui già insiste un intervento a valere sui fondi del bando nazionale Periferie), in particolare, provando a perseguire una o più delle seguenti prospettive di sviluppo:

  • Mixité e coesione sociale, con servizi che contribuiscano a diversificare l’offerta di attività, di attrezzature, di alloggi, presente nel rione e favorirne l’accesso da parte di differenti target di popolazione, anche in un’ottica di Welfare Mix;
  • Attrazione nuovi city users, con servizi che rappresentino degli unicum a livello urbano e che possano attrarre target di cittadini diversificati da tutta la città (luoghi per eventi espositivi, culturali e musicali, spazi e impianti sportivi, nuovi spazi per il lavoro, etc.);
  • Connessione con l’intorno, intesa sia come connessione infrastrutturale con l’area oltre la ferrovia, sia come proposta di spazi pubblici di qualità a disposizione del quartiere.

Operatori immobiliari, culturali e sociali e professionisti interessati hanno tempo fino al 10 marzo per comporre le cordate e presentare la manifestazione di interesse.

Per approfondire
L'avviso
 


© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati