Logo AUDIS

Roma:

Roma: "Centri storici e futuro del Paese"

Giovedì 14 dicembre, dalle 14 alle 17 presso la Sala Monumentale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Largo Chigi 19, a Roma, si terrà la Presentazione dell'indagine ANCSA-CRESME sui centri storici italiani. 

Intervengono:

- Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo
- Sesa Amici, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio
- Flavia Piccoli Nardelli, Presidente Commissione Cultura Camera Deputati
- Antonio Decaro, Presidente ANCI e Sindaco di Bari
- Francesco Bandarin, Presidente ANCSA e Direttore Generale aggiunto per la Cultura dell'UNESCO
- Lorenzo Bellicini, Direttore CRESME
- Sindaci di alcune delle città oggetto dell'indagine

"Allarme per i centri storici: a rischio il patrimonio urbano e la tenuta sociale, le istituzioni devono attivarsi immediatamente". Questo il monito di ANCSA/CRESME. "Le città storiche sono da sempre le colonne del nostro Paese, nonostante ne ricoprano solo lo 0,05% della superficie. Ma il Paese in questi ultimi decenni sembra essersene dimenticato. Gravi minacce incombono sull'equilibrio e la salute dei nostri centri storici: alterazioni degli spazi, spopolamento, usi turistici non sostenibili, crisi del commercio locale, carenza di investimenti. È necessario un rinnovamento delle politiche su scala nazionale e locale per restituire alle città storiche italiane il ruolo di centro della società e di locomotive dell'economia". Francesco Bandarin

ANCSA - Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici, che dal 1960 supporta e indirizza le politiche di intervento sulle città storiche, ha realizzato con la collaborazione di CRESME la prima indagine conoscitiva sui centri storici dei 109 capoluoghi di provincia italiani approfondendo gli aspetti demografico-sociali, economici, occupazionali, lo stock edilizio, il mercato immobiliare. Nella certezza che "una buona politica nasce dalla conoscenza" e in linea con la mission associativa, ANCSA "consegna" l'indagine, insieme alle prime considerazioni, al mondo politico e istituzionale quale contributo alla definizione di politiche di intervento che assicurino tutela dei valori culturali e rigenerazione dei tessuti sociali ed economici. Patrimonio culturale, grandi edifici storici, accessibilità, turismo, commercio, digitale, resilienza sono alcune delle piste di lavoro individuate che verranno approfondite durante la presentazione.

Per motivi organizzativi è necessario inviare la richiesta di partecipazione entro il 7 dicembre 2017 all'indirizzo info@ancsa.org indicando luogo e data di nascita.
Per i giornalisti: nella mail oltre a luogo e data di nascita, indicare anche la testata ed eventuali attrezzature (telecamere, macchine fotografiche, ecc.)
In considerazione della limitata disponibilità di posti sarà inviata conferma di partecipazione.
Si ricorda che l'ingresso agli uomini è consentito solo con giacca e cravatta.

Maggiori info cliccando qui

Fonte: Ancsa.org

(Pubblicato il 22 novembre 2017)

22/11/2017
© 2018 AUDIS - Tutti i diritti riservati